Seleziona una pagina
Come costruire l’immagine della tua Start-up

Come costruire l’immagine della tua Start-up

I primi step 

In un mondo in cui la competizione per catalizzare l’attenzione degli utenti è in costante aumento, c’è solo un elemento che fa realmente la differenza: il marketing. 

Ciò significa che, se stai cercando di avviare una startup, avrai necessariamente bisogno di investire tempo e risorse nella costruzione della tua immagine aziendale online e offline.

Ma da dove iniziare? quali sono i primi step? 

Vediamoli brevemente.

Il primo passo è la realizzazione del piano marketing, un vero e proprio piano d’azione che delinea tutti gli step utili al raggiungimento dei nostri obiettivi. 

Il piano marketing

Un buon piano marketing deve essere realizzato con un approccio analitico e ben strutturato che ci permetterà di avere una visione d’insieme del mercato di riferimento della nostra startup. 

Per renderlo efficace, abbiamo bisogno di strutturarlo in 5 fasi fondamentali: 

  1. Analisi del mercato di riferimento
  2. Definizione degli obiettivi S.M.A.R.T.
  3. Pianificazione strategica
  4. Attuazione delle strategie
  5. Monitoraggio dei risultati

Soltanto seguendo queste fasi e soltanto realizzando un piano chiaro, conciso e perseguibile, potremo ottimizzare i processi, far crescere la nostra azienda e, di conseguenza, aumentare le vendite. 

La Brand Identity

Una volta poste le basi del nostro piano marketing, avremo bisogno di costruire l’immagine coordinata della nostra startup.

Ma cosa si intende esattamente con immagine coordinata?

L’insieme degli elementi grafico-visivi che comunicano, in modo armonioso e coerente, un marchio o un’azienda. 

Il logo, il coordinato grafico (come, ad esempio, biglietti da visita, carta intestata, dépliant, brochure e tanto altro) sono tutti elementi appartenenti all’immagine coordinata.

Adesso è il momento di costruire una presenza online 

Per arrivare ai nuovi utenti, per comunicare i nostri valori e stringere nuove relazioni, abbiamo bisogno di costruire la nostra presenza online

Così come abbiamo visto con il piano marketing, anche online avremo bisogno di un attento lavoro di analisi e strategia

Solo allora, potremo scegliere i canali su cui essere presenti, cosa comunicare e il tono di voce più adatto alla nostra immagine.

In uno dei nostri articoli, ti spieghiamo la ragione per cui è così importante costruire una buona presenza online.

Tool per una buona organizzazione 

L’organizzazione è tutto, soprattutto quando bisogna gestire un flusso di lavoro molto intenso. 

Prima di iniziare, organizza il tuo tempo e fai mente locale sulle priorità da seguire.

Noi di Moov ti consigliamo un tool molto utile per costruire passo dopo passo la tua attività:

  • Monday.com è un tool di project management sviluppato per organizzare e tenere sotto controllo il lavoro in team così da portare a termini obiettivi e progetti in maniera veloce ed efficace.
Ti piacerebbe essere guidato in questo importante processo per la tua startup?
Ricevi maggiori informazioni, contattaci
Digital Open: Il primo evento d’informazione dedicato a professionisti e PMI del territorio

Digital Open: Il primo evento d’informazione dedicato a professionisti e PMI del territorio

Cos’è Digital Open?

Digital Open è il segno di una trasformazione digitale che tutti i business stanno lentamente accogliendo per adattarsi al cambiamento globale. 

Ma, soprattutto, è un’opportunità di network, apprendimento e crescita per il nostro territorio. 

Organizzato da MOOV, l’evento avrà luogo nel Palazzo di vetro della Fondazione Giuseppe Lazzareschi, giovedì 15 settembre a partire dalle ore 18:00.

Cosa imparerai?

Digital Open è un evento dedicato a professionist* e PMI del territorio e nasce con l’obiettivo di offrire a tutti i partecipanti spunti di riflessione e strumenti operativi per migliorare il flusso di lavoro attraverso la digitalizzazione.

L’evento sarà un momento d‘incontro tra professionisti e aziende del territorio che acquisiranno utili strumenti operativi pratici e teorici.

Le nozioni che si acquisiranno saranno frutto di esperienze reali, di testimonianze di imprese nate con una mission comune: offrire un prodotto nuovo che fa dell’innovazione la sua chiave di successo.

A tutto questo, seguirà una breve sessione di coaching che ci aiuterà a oltrepassare gli ostacoli che non ci permettono di migliorare il nostro sistema lavorativo.

Il tutto verrà coronato dalla presentazione di un nuovo importante progetto su cui MOOV sta lavorando da diverso tempo, ma non ti sveliamo nulla!

Il programma?

Ore 18.00: Accoglienza e Registrazione Ingresso

Ore 18.30: Presentazione del progetto di Digital Open, la nuova Community. Intervento di Mariasole Vallese, Founder di Moov.

Ore 18.45: Il Digitale e le amministrazioni pubbliche, la WebApp dedicata ai Comuni. Intervento di Stefano Pirraglia, Co-Founder di Qualcosadafare.it

Ore 19.00: Il digitale e il mondo del design, innovazione e artigianato. Intervento di Marika Rugani, Founder di Strafico.

Ore 19.15: Quali le opportunità per le PMI, la crescita digitale. Intervento di Matteo Pieri, Co-Founder di Kleis Formazione.

Ore 19.30: Superare la paura del cambiamento, la sfida del mondo digital. Intervento di Alessandro Masini, Human Resources Managament.

Ore 19.45: Sostenere il cambiamento tutelandosi, privacy e dati nel mondo 4.0. Intervento del Prof. Avv. Marco Martorana, professore a contratto di Diritto della Privacy presso Università Mercatorum.

Ore 20.00: Aperitivo di Networking

Gli speaker

Come partecipare?

L’evento è a numero chiuso. Ti piacerebbe partecipare? Invia una e-mail a digitalopen@moov.marketing
Non perderti alcun aggiornameto sull’evento

E-commerce vs Marketplace: quale scegliere per vendere di più?

E-commerce vs Marketplace: quale scegliere per vendere di più?

La verità è che non esiste una risposta giusta o sbagliata a questa domanda, ma nell’ultimo paragrafo ti sveleremo la soluzione più efficace. Partiamo dal presupposto che ogni caso è differente. 

Dipende, infatti, dalle tue esigenze, dai tuoi obiettivi, dalla strategia del tuo business.
Ma approfondiamo la questione partendo innanzitutto dalla definizione di E-commerce e Marketplace.

Cos’è un Marketplace?

I marketplace sono delle piattaforme che mettono in contatto il venditore e l’acquirente. Potremmo definirli dei veri e propri intermediari. Un esempio di Marketplace? Sicuramente al primo posto troviamo Amazon, ma non solo. EBay, Booking, Alibaba, Etsy o Airbnb sono tutti esempi di Marketplace.

Cos’è, invece, un E-commerce?

La definizione tradizionale, secondo la Treccani, è la seguente: transazione e scambio di beni e servizi effettuati mediante l’impiego della tecnologia delle telecomunicazioni e dell’informatica.

Per aprire il tuo e-commerce, dovrai realizzare la vera e propria piattaforma e-commerce, ossia il sistema che renderà possibile gli acquisti ed i pagamenti all’interno del tuo sito web e che ti permetterà di monitorare ogni tipo di attività, le vendite, di verificare sempre il numero di prodotti ancora disponibili in magazzino. 

Confrontiamo l’E-commerce e il Marketplace

Tra i vantaggi di un e-commerce di proprietà sicuramente troviamo:

  • La possibilià di avere uno spazio web di tua proprietà che potrai gestire come meglio credi dalla A alla Z. Anche a livello di comunicazione, business experience e pubblicità avrai completamente il libero arbitrio. 
  • Non dovrai stabilire accordi economici con gli intermediari e gli introiti saranno tuoi al 100%
  • L’utente non sarà distratto da altri prodotti o servizi, ma i tuoi saranno gli unici in primo piano. Al contrario, su piattaforme come Amazon, i tuoi prodotti saranno esposti al fianco di tanti altri prodotti simili al tuo. Le probabilità che l’utente scelga il prodotto più conveniente o recensito meglio sono estremamente alte. C’è il rischio che tutto il valore del nostro lavoro, la sua unicità si perda in una lotta al prezzo più basso. 

Il Marketplace, a differenza dell’E-commerce personale. ti offre però la possibilità di:

  • Essere facilmente visibile grazie alla popolarità della piattaforma in questione. Nel caso di Amazon, milioni di utenti passano da lì ogni giorno. 
  • Gli utenti tendono a fidarsi ciecamente di piattaforme come Amazon e sono abbastanza diffidenti nei confronti di piccoli e-commerce poco conosciuti. In questo caso, è fondamentale un ottimo lavoro di Marketing. 

Il parere di MOOV? 

Noi crediamo che un mix tra i due sia perfetto. Cosa intendiamo con questo? Che l’ideale sarebbe essere presenti su entrambe le piattaforme.

Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare Amazon come mezzo per ottenere maggiore visibilità, per farsi conoscere dai potenziali clienti così da veicolare l’e-commerce personale.

Ad esempio,  all’interno del nostro e-commerce potremmo vendere i prodotti agli stessi prezzi che proponiamo su Amazon, ma con un regalo in omaggio. Così da coccolare gli utenti spingendoli a comprare direttamente dal nostro e-commerce e a rivolgersi a noi anche in futuro.

Non hai ancora le idee chiare? Contattaci per ricevere una consulenza gratuita.

Noi di MOOV abbiamo aiutato imprenditori e imprenditrici italiani a sviluppare e-commerce performanti o a costruire la loro presenza sui Marketplace più conosciuti, ti aspettiamo!

Sviluppa il tuo brand con sinergie di valore!

Sviluppa il tuo brand con sinergie di valore!

Le sinergie sono, da sempre, un grande valore aggiunto sia nelle relazioni interpersonali, sia nelle relazioni tra brand.

La collaborazione tra brand è un’attività di marketing estremamente strategica che, se realizzata con criterio, può far raggiungere grandi risultati. Questa attività prende il nome di co-marketing, ma vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos’è il co-marketing?

Il co-marketing è una forma di marketing in collaborazione tra due prodotti o brand. Potremmo definirlo una sorta di alleanza commerciale, finalizzata al raggiungimento di un obiettivo comune. 


Gli accordi di co-marketing nascono generalmente con l’obiettivo di dare un valore aggiunto alla percezione del nostro marchio e di raggiungere un target più ampio e potenzialmente interessato al nostro brand.

Proprio per questo motivo, la scelta dei nostri partner non deve essere casuale, ma ben ponderata e strategica. Dobbiamo fare attenzione ai valori del brand con cui stiamo per istituire un accordo. Dobbiamo necessariamente analizzare la sua percezione collettiva, il suo target e le sue attività che dovranno essere coerenti e in linea con quelle del nostro brand. 

Quali sono i rischi e i vantaggi del co-marketing?

Una scelta azzardata potrebbe non farci ottenere il risultato sperato. Al contrario, la nostra immagine potrebbe essere lesa.
Pertanto, è bene, non improvvisare alcuna strategia e chiedere supporto ai professionisti del settore

Ma adesso passiamo ai vantaggi del co-marketing. Attraverso questa attività, ad esempio, potremmo attuare una strategia di marketing molto più economica rispetto alle più tradizionali. Inoltre, potremmo raggiungere direttamente il target desiderato che, essendo già fidelizzato dal nostro brand partner, ci sceglierà con meno diffidenza.

Ma come fare co-marketing?


Con attività/azioni che due aziende partner possono vicendevolmente mettere in atto. Come?
Ad esempio, attraverso uno scambio di link all’interno del proprio sito. Quest’ultima è un’azione totalmente gratuita che, però, favorisce l’indicizzazione di entrambi i siti attraverso la tecnica del link building.

Ciò significa che potrai fare co-marketing solo online? Assolutamente no!

Anche a livello offline, è possibile creare azioni sinergiche. Ad esempio, optando per l’esposizione, presso le sedi di entrambi i partner, di espositori contenenti materiali informativi e promozionali del partner che abbiamo scelto. 


Se il co-marketing ti incuriosisce e vorresti costruire la strategia più efficace e adatta al tuo brand, contattaci!

Saremo lieti di offrirti una nostra consulenza gratuita.

Tripadvisor e il potere delle recensioni online

Tripadvisor e il potere delle recensioni online

Con 200 milioni di visite mensili, 760 milioni di recensioni e 5 milioni di ristoranti registrati nel mondo, Tripadvisor è tra i 10 siti web più visitati in Italia. 

Con l’avvento di siti come TheFork, TripAdvisor, Booking.com e altri ancora, il modo di ricercare un ristorante, una pizzeria dove mangiare o un hotel dove trascorrere il weekend è radicalmente cambiato. 

Perchè è importante apparire tra i primi risultati di Tripadvisor?

Tripadvisor funziona come un vero e proprio motore di ricerca e, alla stregua di Google, mostra agli utenti una classifica delle attività/strutture ricettive registrate sulla piattaforma. Se ad esempio stai ricercando l’elenco dei ristoranti presenti a Milano, ti appariranno alcuni in prima pagina, altri in seconda pagina e via dicendo fino alle ultime pagine.

Apparire nelle prime pagine è un fattore determinante per essere scelti in quanto, agli occhi degli utenti, risulteremo come un’attività più affidabile rispetto alle altre. 

L’importanza della Web Reputation

I giudizi riportati dagli utenti sulle principali piattaforme possono essere determinanti nella scelta finale degli utenti. Una cattiva reputazione, una presenza online poco curata, una scarsa attenzione al cliente fatta da risposte alle recensioni positive o negative poco strategiche o, addirittura, inesistenti, faranno ricadere la scelta degli utenti altrove. 

Al contrario, una presenza ottimizzata su queste piattaforme, una spiccata attenzione al cliente seguita da recensioni positive, spingeranno gli utenti a prenotare, senza esitazioni, presso la nostra struttura!

Moov Marketing Lovers è Tripadvisor Ads Expert 

Tripadvisor, per promuovere al meglio le attività, mette a disposizione una serie di funzionalità e strumenti di marketing utili per aumentare la visibilità sulla piattaforma e raggiungere un maggior numero di clienti.

Noi di Moov ci siamo formati e specializzati per utilizzarli nel modo più efficace e strategico possibile.

Pertanto, se la tua attività è nata da poco e ha bisogno di crescere o se hai la necessità di aumentare la clientela, devi correre ai ripari: è giunto il momento di costruire la tua strategia e far decollare il tuo business!

Ti offriamo una prima consulenza gratuita e ti aiuteremo a costruire la tua strategia!
Contattaci

Il passaparola basta per far crescere la tua attività?

Il passaparola basta per far crescere la tua attività?

Per anni, il passaparola è stato uno degli strumenti di marketing più efficaci in assoluto. Prima di effettuare un acquisto, il parere di amici, parenti e conoscenti risultava fondamentale. Non ci si poteva certamente fidare di una pubblicità televisiva o di un volantino ricevuto per strada.

Ad oggi, le cose sono cambiate radicalmente. Secondo il Digital Report 2022, il 67,1% della popolazione mondiale naviga su Internet e ben 4 persone su 10 dichiarano di visitare le piattaforme social con il chiaro intento di cercare brand e prodotti che hanno intenzione di acquistare.


Pertanto, siamo ancora sicuri che, nel 2022, il passaparola basti per il successo della nostra attività?

La risposta è no. Il passaparola continua ad essere importante – basti pensare all’efficacia delle recensioni online – ma deve essere il pezzetto di un puzzle molto più ampio.

Quali sono i canali digitali che possono contribuire alla crescita della tua azienda? 

  1. Social media: i canali social sono lo strumento principale per instaurare relazioni profonde con gli utenti. Non possiamo pensare di far crescere la nostra attività commerciale senza una buona comunicazione social. 
  1. Sito Web: ti è mai capitato di cercare un’attività su Google e non trovarla? Che sensazione hai avuto? Sicuramente una sensazione di incertezza e inaffidabilità. Avere un sito web è sinonimo di professionalità ed è un importante mezzo per essere scoperti da chi ancora non conosce la nostra attività. Se accompagnato da un buon lavoro di ottimizzazione sui motori di ricerca (SEO), l’efficacia sarà sorprendente. 
  1. Google My Business: è, generalmente, il primo posto dove gli utenti cercano informazioni su un’attività commerciale. È fondamentale che sia sempre aggiornato e ottimizzato in ogni dettaglio.
  1. Pubblicità online: una buona comunicazione strategica accompagnata da una pubblicità online efficace è il mix di cui hai certamente bisogno. Investire nella pubblicità sui social e su Google incrementa le tue vendite e aumenta la tua visibilità enormemente. 

Ecco perché il passaparola non basta. La tua attività ha bisogno di essere presente su diversi canali.
Contattaci per una consulenza e ti aiuteremo a costruire la tua strategia digitale